Timber by EMSIEN 3 Ltd BG

LA GALLINA PADOVANA DAL GRAN CIUFFOCon visita all’affresco trecentesco che la ritrae e pranzo al seicentesco Palazzo Nalin

Visita all’Oratorio San Michele e ai suoi affreschi trecenteschi, fra cui la rappresentazione della Gallina Padovana ritenuta la più antica, e pranzo con chef Anna Indri Raselli e la Gallina Padovana presso il seicentesco Palazzo Nalin

Durata:
2h la visita guidata, poi il pranzo o la cena
Stagioni consigliate:
tutte
Accessibilità a disabili:
Sì all'Oratorio, parzialmente al Palazzo

È arrivata a Padova nel Trecento per merito di un illustre scienziato padovano frequentatore della Corte reale polacca, che rimase colpito dal suo gran ciuffo. E fu qui a Padova che venne studiata, dipinta e ribattezzata “Gallina Padovana”.

Poi la minaccia di estinzione: troppo piccola, sebbene gustosa, per sopravvivere all’ondata di consumismo del Secondo dopoguerra mondiale, sopravvisse solo in pochi allevamenti amatoriali.

Ma da circa trent’anni, grazie all’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente “San Benedetto da Norcia” e all’Associazione Pro Avibus Nostris, pur rimanendo una razza rara e pregiata ha potuto ritornare a tavola.

 

Programma

Visita al trecentesco Oratorio di San Michele e ai suoi affreschi opera del giottesco Jacopo da Verona, fra cui la rappresentazione della Gallina Padovana ritenuta la più antica, gli “angeli chiacchieroni”, i vecchi “casoni” in cui abitavano i contadini padovani sino a qualche decennio fa.

10 Oratorio San Michele a Padova

Visita ai dintorni dell’Oratorio di San Michele: la confluenza dei due fiumi, la Specola (uno dei più antichi osservatori astronomici del mondo; la visita si effettuerà dall’esterno), la Cittadella fortificata.

20 Specola Osservatorio astronomico a padovaCIMG0473

 

Il pranzo

Il pranzo si terrà presso il vicino seicentesco Palazzo Nalin, in cui la chef Anna Indri Raselli ci proporrà il suo menù a base di Gallina Padovana autentica, proveniente dai soci_allevatori dell’Associazione Pro Avibus Nostris.

30 Palazzo Nalin a Padova CIMG5009 Copia 4

Antipasto di tartine con patè di fegatini e altre salsine, tipo la salsa tershi di zucca

Riso e Gallina Padovana, sorta di risotto con gallina bollita, a volte con la besciamella

Insalata tiepida in agrodolce di Gallina Padovana con ricetta di Angelo Rasi (Gallina Padovana, aceto balsamico, verdure bollite, frutta disidratata)

Radicchio al forno e formaggi locali con marmellate

Dolce tipico: Sbrisolona con grappa a parte, oppure Zaeti con la crema.

Vini consigliati dall'Enoteca “La Mia Cantina”

 

Il menù può subire variazioni dovute alla stagione e alla disponibilità degli ingredienti.

Si ringrazia il prof. Gabriele Baldan, docente presso l’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente “San Benedetto da Norcia” e presidente dell’Associazione Pro Avibus Nostris per la cortese disponibilità. La foto principale è stata pubblicata per concessione dell'Associazione Pro Avibus Nostris.

 

04 Palazzo Nalin Gallina Padovana