Timber by EMSIEN 3 Ltd BG

A tola nel cason(A tavola nel casone)

I "casoni" erano le tipiche abitazioni dei contadini veneti più poveri. I muri erano di canne palustri e calce, e il tetto solo di canne, di uno spessore ed inclinazione tali da non permettere nessuna infiltrazione di acqua piovana.

Elena e Andrea ne hanno ricostruito uno, tale e quale, nel quale servirci le loro prelibatezze.

Ma prima, per chi lo desidera, una breve visita ad un insolito monumento: il Giardino dei Giusti del mondo.

Durata:
2h la visita guidata, poi il pranzo o la cena
Stagioni consigliate:
primavera, estate, autunno
Accessibilità a disabili:
Sì.

Lei veneta, lui toscano, amano viaggiare e cucinare le loro prelibatezze tosco-venete “contaminandole” con spezie e profumi etnici.

Servono le loro portate nell’ambiente in cui tali piatti, poveri ma squisiti, venivano consumati: il loro casone veneto, ricostruito con l’aiuto di chi, in un casone, ci era vissuto davvero e sapeva come fabbricarlo.

40 Insieme

Il pranzo: alcuni piatti

Ecco alcuni esempi della cucina tradizionale tosco-veneta di Elena e Andrea, con rivisitazioni e incursioni etniche prevalentemente nel Nordafrica e Sudest Asiatico.

“Spuncioni” (stuzzichini), serviti sotto forma di crostini e personalizzati con ingredienti locali ma dalle varianti originali: pomodoro dolce e piccante con ovetto di quaglia e filetto d’acciuga, aringa marinata in pesto di verdure croccanti, formaggio delicato con pere caramellate.

50 Spuncioni CIMG6920

Zucca in “saòr”: veneta la zucca, veneto il saor: ma non l’abbinamento. Il saòr è il condimento nel quale la zucca viene marinata, preparato con cipolla rossa, aceto, uvetta, e pinoli tostati.

60 Zucca in saòr CIMG6929

Guancette di vitello al Pinot bianco su polenta Gialla aromatizzata con curcuma (spezia nordafricana), zafferano (spezia portoghese) e salvia colta in giardino.

70 Guancia di vitello CIMG6925

 

E ancora:

Piatti toscani

-   Crostini toscani con paté di fegatini al Marsala e aromi freschi

-   Acquacotta: zuppa con verdure, pecorino stagionato e uova sbattute

-   Scottiglia maremmana: spezzatino di carni miste in rosso, (pomodoro piccantino): manzo, maiale, agnello, volatili.

Piatti veneti

-   Guance di vitello al vino bianco e aromi

-   Fagiolata con cotenne di maiale

-   Risotti alle ortiche, asparagi, zucca, salsicce (contaminazione lombarda)

Piatti etnici

-   Tajine marocchina: manzo brasato con prugne, pollo e verdure

-  Taboulè di Couscous: fresca e speziata insalata di couscous con verdurine crude menta fresca e prezzemolo

Vini onesti, veneti e toscani.

Il Giardino dei Giusti nel mondo

80 Giardino dei Giusti del Mondo

Da qualche anno Padova ospita un Giardino monumentale, opera dello scultore Elio Armano, in cui si onorano i Giusti di tutti i genocidi a partire dal XX secolo.

A differenza degli altri simili Giardini dove si commemorano i Giusti legati a uno specifico genocidio, il Giardino dei Giusti del Mondo di Padova ricorda quattro genocidi: la Shoah a Gerusalemme, il genocidio armeno a Erevan, il genocidio bosniaco a Sarajevo, il genocidio in Ruanda. Ricorda inoltre le persone che, nelle varie parti del mondo, si sono opposte ad essi.

Il Giardino è visitabile e vicino al Piccolo Casone.

 

120 Insieme