Timber by EMSIEN 3 Ltd BG

La Riviera del BrentaIn barca fra Ville, macchine idrauliche, parchi, fiumi...

La Riviera del Brenta non è soltanto la rassegna di Ville più bella del mondo e la via d’acqua più famosa.
Con le sue cinque Conche di navigazione, dieci ponti mobili e due incroci fluviali la Riviera del Brenta è anche un gioiello di tecnologia, di qualità della vita, di cultura ambientale.
Tempo escursione:
una giornata
Stagioni consigliate:
primavera, estate, autunno
Accessibilità a disabili:
No. E' stata realizzata da Delta Tour Navigazione Turistica un'imbarcazione con accessibilità ai disabili, ma non i relativi pontili da parte degli enti competenti.

Durante la navigazione

Le Mura cinquecentesche padovane: i Bastioni, i Leoni, le Porte

10 Mura Bastioni Porte


Le Conche di navigazione: sono degli “ascensori” d’acqua che permettono di superare in barca i dislivelli del fiume. Sulla Riviera del Brenta ci sono cinque Conche per un dislivello totale di circa sette metri.

20 Conche

I Ponti mobili: ce ne sono dieci e di tutti i tipi: levatoi, girevoli, retraibili, manuali, elettrici…30 Ponti mobili

Le possibili tappe

Il Porto del Portello: un raro esempio di complesso portuale antico con la sua Porta, le due Scalinate, il Ponte, il Capitello della "Fraglia" dei Barcari.

40 Porta Portello

Villa Pisani e il suo Parco: è la più grande e la più scenografica fra le ville della Riviera: l’asse di simmetria che collega il pontile di sbarco con il Parco misura quasi 500 metri. L’insieme è uno dei più riusciti esempi di architettura settecentesca, ma anche uno dei più fulgidi esempi di… speculazione edilizia ante litteram!

50 Villa Pisani

L’”Isola” di Dolo: si chiama “Isola” da quando, negli anni Trenta, la grande ansa che racchiude il centro storico del paese di Dolo è stata “tagliata” aprendo un nuovo ramo del Naviglio Brenta e creando così un’isola.

Dentro l’”Isola” si trova il cuore di Dolo: lo Squero (antico cantiere nautico) seicentesco, i Mulini cinquecenteschi, l’antica Conca di navigazione ora abbandonata, il punto in cui iniziava l’acquedotto che portava l’acqua a Venezia.

60 Dolo

Villa Seriman-Widmann e il Parco: è la Villa della Riviera più ricca di contrasti estetici: ad una facciata decisamente sobria si contrappone infatti un salone dagli eleganti stucchi francesi rococò; allo splendore veneziano si oppone lo “stile” hollywoodiano di molti troppo recenti particolari.

70 Villa Widmann

Villa Valmarana: era un’umile barchessa, ovvero un ricovero di attrezzi e granaglie destinato agli usi agricoli, e divenne una villa.

80 Villa Valmarana

La Malcontenta: è l’unica Villa del Palladio presente sulla Riviera del Brenta. Un capolavoro di architettura cinquecentesca, ma anche di politica idraulica veneziana.
Si chiama “Malcontenta” da “malcanton”, ovvero luogo insalubre, venefico; e si sviluppa in altezza affinchè i suoi ospiti potessero ammirare dall'alto l’esito di quella bonifica di cui tuttora beneficiamo.

La Villa venne infatti eretta non a caso su di un terreno paludoso, perché divenisse il centro di una delle più grandi operazioni di bonifica idraulica del Cinquecento.

90 Malcontenta

Il pranzo

Dopo l’aperitivo di benvenuto a bordo, il pranzo verrà consumato a Dolo, con menù da concordare, veneto e lagunare, e con una delle seguenti modalità:
   - in ristorante presso uno dei locali proposti da Padova Originale
   - in barca, con buffet take away
   - al sacco, nel parco pubblico di Villa Ferretti-Angeli

Le possibilità di tour

   - Da Padova Porte Contarine a Dolo, con andata e ritorno in barca
   - Da Dolo alla Malcontenta, con andata e ritorno in barca
   - Da Padova Porte Contarine alla Malcontenta, con andata in barca e ritorno in bus

Le barche

Il tour viene effettuato a bordo delle imbarcazioni di Delta Tour Navigazione turistica: Delta Nova Zero Emissioni, elettrica e silenziosissima; La Padovanella, tradizionale e veloce; la Città di Padova, ampia e con terrazza.

Fondo